Distributed Learning and Pervasive Computing (Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, Ingegneria delle Comunicazioni)

Foreign students will find related news in the TEACHING section of the English version of this website


AVVISO: il corso andrà in aula per l'ultima volta a febbraio/marzo 2019 (2° semestre) per gli studenti immatricolati nel 2017/2018 e iscritti nel corrente 2018/2019 al 2° anno delle Lauree Magistrali in Ingegneria Gestionale e Ingegneria delle Comunicazioni. Successivamente, a partire dal 2019/2020, il corso sarà sostituito da:

  • Obiettivi del modulo e capacità acquisite dallo studente. Il modulo dovrebbe fornire le nozioni di base riguardanti le problematiche teoriche, tecniche e pratiche di progettazione e realizzazione dei sistemi pervasivi attuali e futuri, focalizzando l’attenzione sulle tecnologie innovative e sulla necessità di rendere i sistemi autonomi sia dal punto di vista energetico sia dal punto di vista della sicurezza. Le tematiche saranno trattate con uno ampio spettro, presentando le problematiche attualmente più diffuse nell'ambito dei sistemi pervasivi. In tal modo si dovrebbe completare il percorso formativo dello studente nell'ambito delle tecnologie wireless, delle reti di sensori e dell’elaborazione intelligente e distribuita dei segnali, di particolare interesse nell'ambito scientifico e industriale (logistica, trasporto, sicurezza, telemedicina, beni culturali, etc.).
  • Prerequisiti. Fondamenti di Elettrotecnica, Elettronica e Telecomunicazioni.
  • Risultati di apprendimento attesi. Capacità di analisi e risoluzione delle problematiche relative a progettazione, realizzazione e funzionamento di sistemi pervasivi, con particolare riferimento alle tecnologie wireless, alle reti di sensori e ad applicazioni nell’ambito ICT.
  • Programma A.A. 2017/2018
    • Richiami sulle architetture hardware e software, calcolo parallelo nei sistemi a “grana fine”.
    • Richiami sulle architetture di comunicazione (WSN, BAN, PAN).
    • Sensori e attuatori: problemi di low power e low energy; energy harvesting e self-powering; affidabilità (fault tolerance, fault detection, self-organization).
    • Smart devices per il calcolo pervasivo: data loggers e sistemi embedded; smart sensors su dispositivi mobili (smartphones, Tablet PC, etc.); wearable computers.
    • Tecnologie e tecniche di identificazione e tracciamento: richiami sulle tecniche di localizzazione; sensori RFID nei sistemi pervasivi; context-aware computing.
    • Intelligenza computazionale distribuita: reti neurali, logica fuzzy, algoritmi evolutivi, swarm intelligence; servizi middleware e tecnologie orientate agli agenti; grid computing e cloud computing.
    • Problematiche di trust, security e privacy.
    • Realizzazioni pratiche di “Apps” per il calcolo pervasivo: comunicazione multicanale adattiva, realtà aumentata; smart cameras, depth sensors e human-computer interaction (HCI); smart grid; intelligent transportation systems; logistica e sicurezza; smart home e telemedicina; misure integrate con smartphones e Tablet PC.
  • Materiale didattico
    • Appunti e dispense forniti dal docente.
    • Materiale integrativo (lucidi del corso, articoli) disponibili sul sito web.
    • Letture facoltative suggerite:
      • J. Burkhardt, et al., Pervasive Computing, Addison Wesley, 2002. 
      • U. Hansmann, et al., Pervasive Computing, Springer Professional Computing, 2nd ed., 2003. 
      • S. Loke, Context-Aware Pervasive Systems: Architectures for a New Breed of Applications, Auerbach Publications, 2006. 
      • Greenfield, Everyware: The Dawning Age of Ubiquitous Computing, Peachpit Press., 2006.
[slide 1-3]            [slide 4]                  [slide 5-6]                [slide 7]

[slide 8-9]            [slide 10-11]           [slide 12-13]            [slide 14]          [slide 15]

AVVISOper ogni tipo di comunicazione legata al corso, gli interessati sono pregati di inviarmi una e-mail indicando nell'OGGETTO "Pervasive Systems" e nel testo i seguenti dati: nome, cognome e numero di matricola. Cercherò di rispondere al più presto.